Situazione innevamento in val di Rezzalo

.altervista.org

.altervista.org

Vai ai contenuti

Situazione innevamento in val di Rezzalo

dmeteo
Pubblicato da Colombarolli Davide in innevamento · 19 Gennaio 2022
Tags: neveaccumulinevosivaldiRezzalonivometroSondaloValtellina
La situazione dell’innevamento in val di Rezzalo, come più in generale dell’alta Valtellina, merita di essere a questo punto della stagione analizzata, questo anche per via della crescente preoccupazione che sta destando negli appassionati di neve e negli operatori turistici più in generale.
 
Sono ormai 14 giorni che non si vede un fiocco di neve o una goccia di pioggia alle quote più basse e questo si traduce ormai in sofferenza per i pendii solivi fino a quote molto elevate, anche oltre i 2400 m.
 
In val di Rezzalo, i 3 km della stradina adibita alle slittate diurne e notturne è praticamente priva di neve dai 1500 m a circa 1700 m; oltre questa quota il manto diventa più regolare, ma è solo verso i 1800 m che diventa costante. Risultato? Niente slittate e per chi decide di scendere con gli sci come ho fatto io qualche giorno fa, l’unica soluzione è quella di riporli nello zaino e farsela a piedi. È la classica situazione che da queste parti si trova in aprile.

 
Venendo ai numeri, grazie alle puntuali e costanti rilevazioni fatte presso il nivometro del rifugio La Baita, è possibile capire come questo gennaio 2022 si pone in relazione agli anni precedenti ed avere, se possibile, una previsione per il prosieguo della stagione.
 
Come prima cosa ho analizzato le nevicate mensili da inizio stagione a confronto con le medie storiche (vedi grafico qui di seguito 2013/2022).
 
Diciamo subito che le normali seppur precoci nevicate autunnali sono state praticamente assenti, unica nota positiva è arrivata dal mese di novembre che con 72 cm è stato di 22 cm oltre la media storica (che è di 50 cm). Dicembre è stato un mese molto sotto media, 32 cm contro 65 cm della media stessa. Arriviamo poi al mese corrente, gennaio 2022, che con soli 7 cm ad oggi 19, risulta avere un "bilancio"profondamente in rosso, tenuto conto che la media è di 62 cm. Purtroppo la fortissima alta pressione che attanaglia il nord Italia ormai da settimane, non offrirà occasioni di nevicate, con tutta probabilità almeno per altri 10 gg.


In seconda battuta ho voluto mettere a confronto la sommatoria delle nevicate della stagione 2021/2022 con quelle degli ultimi anni, giusto per capire quanto questa situazione sia grave o se la stessa rientra in una sorta di normalità per quest’area delle alpi.
 
Dal grafico qui di seguito si evince che nella realtà, questo inverno 21/22 non è il peggiore in assoluto, anzi, in questa speciale classifica, con 113 cm si posiziona al quart’ultimo posto, con valori però molto simili ai 3 sciagurati inverni che chiudono la "classifica". Siamo quindi a valori molto bassi se paragonati a stagioni come quella del 2013/14 (4 volte l'innevamento attuale) o alla scorsa stagione (3 volte l'innevamento attuale).



Dicevamo del futuro. Se prendiamo il primo grafico, si vede come il mese di febbraio è storicamente il più nevoso per la val di Rezzalo, quindi qualche speranza di vedere la dama bianca in una veste più consona ad ambienti di questa quota c'è. Per contro, le prime indicazioni dei modelli matematici che cominciano ad intravedere come saranno i primi giorni di febbraio, non sono affatto buone. Qui di seguito il famoso grafico a spaghetti; nella parte bassa del grafico atta a prevedere le precipitazioni, praticamente la situazione è quasi piatta, indice di poca attività. Le temperature indicate nella parte centrale del grafico, dopo una parentesi fredda tra domani e per un paio di giorni a seguire, rimarranno fresche e stabili poco sotto la media 1981/2010(in rosso).

    







Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0

© Copyright 2011. All rights reserved 

Stazioni meteo online
Webcam online
Time lapse attivi
Time lapse attivi
Stazioni meteo online
Ghost webcam
Ghost webcam
Ghost webcam
Webcam online
Torna ai contenuti